La Just British delude ancora: Lagonegro vince in tre set

Troppa Rinascita Lagonegro per questa Just British. La squadra di coach Falabella cede in tre set (18-25, 21-25, 19-25) alla compagine lucana che, guidata da uno scatenato Vaskelis (16 punti per l’opposto lituano) e da un invalicabile Molinari (7 muri totalizzati dal centrale nel corso del match), strappa l’intera posta in palio al PalaCarbonara.
A distanza di pochi giorni dal passo falso di Casagiove, arriva un’altra prestazione deludente dei biancorossi che, dinanzi al proprio pubblico, rimediano l’ennesimo ko stagionale, il settimo su nove gare disputate, per mano di un’avversaria forte e combattiva, mostratasi superiore in tutti i fondamentali.
Il decimo turno di campionato riserva così un’altra brutta botta al morale di capitan Longo e compagni che, bloccati al decimo posto del girone Blu con soli nove punti all’attivo, proveranno a rialzarsi nella trasferta di Modica, in programma nel prossimo weekend.

SESTETTI DI PARTENZA
Coach Falabella sceglie Longo in cabina di regia, Padura Diaz in zona 2, Galliani e Wojcik in posto 4, Persoglia e Pasquali al centro e Pirazzoli nel ruolo di libero.
Mister Lorizio risponde con Mastrangelo al palleggio, Vaskelis opposto, Armenante e Fioretti in posto 4, Miscione e Molinari al centro e con Fortunato alla guida della linea difensiva.

LA CRONACA DEL MATCH
Subito grande equilibrio sul taraflex del PalaCarbonara (10-10). Il successivo break della Rinascita, siglato da Armenante, Molinari e Vaskelis, porta al primo time-out dell’incontro, richiesto da coach Falabella sull’11-14. Gli ospiti continuano a spingere forte sull’acceleratore con il turno in battuta di Mastrangelo e le poderose chiusure a muro di Molinari (11-17). La Just British prova a risalire la china con il tandem Padura Diaz-Persoglia (18-21) ma nulla può dinanzi al ritorno della Rinascita che, con il solito Molinari, Miscione e Armenante, chiude la pratica primo set sul definitivo 18-25.
La reazione dei biancorossi non si fa attendere: l’ace di Wojcik fissa il punteggio sul momentaneo 7-3. A seguire il servizio micidiale di Armenante e l’ottimo contributo in fase offensiva e a muro di Dietre portano all’incredibile ribaltone della Rinascita (10-13, break di sette punti per gli ospiti). L’ingresso in campo di Sportelli rianima la Just British che, con il bolide in primo tempo di Pasquali e l’attacco di Galliani da posto 4, piazza il sorpasso (19-18). Ancora una volta, la Rinascita mostra i muscoli a muro con Molinari e Dietre (21-22) e scappa via con due bolidi di Vaskelis (21-24). L’ace di Armenante appone il sigillo ad un pesante break di sei punti, che regala alla squadra ospite il doppio vantaggio nel computo set (21-25).
Non cambia la storia del match nel terzo parziale (8-11). Coach Falabella le prova tutte per riaprire la partita: Catinelli e Barretta al posto di Longo e Padura Diaz. La Rinascita resta in pieno controllo del set (14-17, tornano in campo Longo e Padura Diaz) e, dopo l’errore in attacco di Galliani e il mani-out di Vaskelis, vola a +5 (14-19). I tanti errori in fase offensiva dei biancorossi lanciano i titoli di coda del match (14-21), che termina 19-25 con l’ennesimo muro messo a segno da Molinari.

TABELLINO DEL MATCH


JUST BRITISH BARI 3-0 RINASCITA LAGONEGRO
(18-25, 21-25, 19-25)

BRITISH BARI: Longo 0, Padura Diaz 8, Wojcik 6, Galliani 11, Persoglia 3, Pasquali 3, Pirazzoli (L) pos 59%, Catinelli, Cengia 1, Sportelli 6, Barretta 1, Pisoni (L2).
All. Paolo Falabella – vice all. Francesco Valente
Note: errori al servizio 14, aces 2, ricezione pos 54% – prf 29%, attacco 41%, muri vincenti 3.

RINASCITA LAGONEGRO: Mastrangelo 0, Vaskelis 16, Armenante 10, Fioretti 1, Miscione 4, Molinari 10, Fortunato (L1) pos 53%, Caletti (L2) Bongiorno, Pizzichini, Nicotra, Dietre 5.
All. Giuseppe Lorizio – vice all. Giuseppe Pisano
Note: errori al servizio 10, aces 5, ricezione pos 52% – prf 26%, attacco 49%, muri vincenti 8.

Arbitri: Rosario Vecchione e Claudia Lanza

Durata set: 25’, 32’, 30’

I nostri sponsor